La valorizzazione più autentica del Made in Italy di cui l’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto (AdG) è da sempre portavoce, incontra l’innovazione tecnologica d’avanguardia messa a punto dalla piattaforma Dishcovery. Con uno speciale accordo tutti gli associati di AdG potranno da oggi usufruire gratuitamente degli inediti servizi offerti dalla start-up italiana, fondata a Modena nel 2018 da Giuliano Vita e Marco Simonini e subito premiata dal Politecnico di Milano come miglior Travel Startup.

Traduzione ma anche spiegazione, contestualizzazione e informazioni utili: Dishcovery rende ogni tipologia di menù accessibile affiancando al testo perfettamente tradotto in molteplici lingue – è garantita la certificazione ISO 9001 – un panel di servizi aggiuntivi dedicati ai singoli ingredienti, agli allergeni, alla storia del piatto e agli abbinamenti di vino consigliati.

Il menù – che può essere stampato per venire incontro alle esigenze dei meno giovani – viene digitalizzato in formato mobile diventando interattivo e facilmente consultabile da smartphone, senza alcuna necessità di scaricare alcuna applicazione, grazie all’apposito QR Code creato ad hoc. Il risultato, è un menù che viene compreso con semplicità, completezza ed efficacia. Ed anche una soluzione che ha il vantaggio di un consistente risparmio di tempo, risorse ed energie.

Un servizio innovativo e garantito.

“Siamo sempre attenti alle novità e dediti alla ricerca di idee che possano coniugarsi con i nostri intenti” spiega Gianluca De Cristofaro Responsabile tecnico-scientifico degli Ambasciatori del Gusto “Dishcovery ci ha incuriosito sin dal primo incontro e abbiamo immaginato il grande potenziale dell’innovazione al servizio della valorizzazione e della salvaguardia del patrimonio enogastronomico italiano. È un’opportunità esclusiva e di grande portata, che soddisfa l’esigenza di raggiungere standard sempre più elevati di qualità nell’offerta. E questo è solo l’inizio, stiamo già pensando alle molteplici opportunità che si possano sviluppare con tutti i partner e i produttori.”

“Siamo felici di poter cogliere tale opportunità” racconta Renato Bosco Consigliere degli Ambasciatori del Gusto “perché ci aiuta in uno dei nostri principali intenti: quello di soddisfare al meglio le crescenti e mutevoli esigenze della nostra clientela del comparto che è, di fatto, sempre più internazionale e digitalizzata. Far conoscere in maniera puntuale e autorevole la nostra offerta è da sempre sinonimo di professionalità; farlo con chi viene da più lontano, mettendolo a proprio agio e riuscendo a trasferirgli anche il valore aggiunto dato dalla nostra cultura del cibo e che tutto il mondo ci riconosce, è intelligente, scaltro – un cliente consapevole spende di più – e utile per tutto il settore, perché permette indirettamente di promuovere i prodotti agroalimentari tipici. Il valore aggiunto di AdG sta proprio nella capacità di rispondere alle esigenze dei propri Associati”.

“Abbiamo ideato Dishcovery con la volontà da un lato di far conoscere in maniera innovativa i prodotti italiani agli stranieri e dall’altro di rendere i ristoratori capaci di raccontare l’originalità e l’esclusività dei loro piatti. In questo senso poter contare sulla sinergia degli Ambasciatori del Gusto, da sempre impegnati nella valorizzazione del patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano, è per noi un fattore di grande orgoglio” ha commentato Giuliano Vita, CEO e co-fondatore di Dishcovery.

AdG è la prima Associazione italiana a sottoscrivere una convenzione con Dishcovery. L’operazione rappresenta il primo passo di un percorso a medio lungo termine che vedrà le due realtà collaborare nell’intento di avviare un tavolo di lavoro sinergico e propositivo che garantisca un miglioramento dell’offerta e un dialogo costante per una crescita comune.