Oleificio Zucchi torna sul palcoscenico della città di Cremona in occasione della quarta edizione del “Porte Aperte Festival”, la manifestazione artistica e culturale che riunisce produzioni internazionali e locali in un ricco calendario di eventi, dal 28 al 30 giugno, proprio nel centro storico della città.

Venerdì 28 giugno alle ore 10:30, nella suggestiva cornice del Cortile Federico II, ai piedi del palazzo storico del Comune di Cremona, l’azienda porterà sotto i riflettori il suo impegno e la sua passione per la cultura olearia, che vede il suo coronamento nell’arte del blending: i Blendmaster Zucchi condurranno gli ospiti nella creazione di oli di eccellenza e bontà unici, accostando cultivar diverse secondo un sapere e una maestria tutti italiani. Ad accompagnarli in questa esperienza all’insegna dell’arte e della tradizione sarà il Gruppo Panificatori Confcommercio di Cremona che, attraverso il più classico accostamento di pane e olio, valorizzerà il gusto delle eccellenze di casa Zucchi con i propri pani speciali, a loro volta preparati con gli oli dell’azienda cremonese. L’evento è la prima traduzione concreta della partnership recentemente siglata tra l’Oleificio e i maestri dell’arte bianca, con l’obiettivo di diffondere l’arte di saper fare tipicamente italiana fondata su valori comuni quali il legame con il territorio, l’impegno per la sostenibilità e la ricerca della qualità.

“Ci sentiamo fortemente coinvolti nella vita culturale della nostra città, e siamo orgogliosi di contribuire raccontando quella che è la nostra realtà da ormai oltre duecento anni, un blend di tradizione ed innovazione uniti dalla ricerca dell’eccellenza”, commenta Alessia Zucchi, Amministratore Delegato di Oleificio Zucchi, “Quest’anno la nostra partecipazione a Porte Aperte si arricchisce di un elemento importante grazie alla collaborazione con i Panificatori cremonesi, per valorizzare gli alimenti simbolo di bontà e genuinità. Attraverso progetti come questo ci auguriamo di poter continuare a trovare nuove strade per orientare il consumatore verso scelte sempre più consapevoli”.

I posti per la sessione di blending sono limitati: è possibile prenotarsi scrivendo a porteapertefestival@gmail.com; non sono previste restrizioni, invece, per la degustazione del sempre vincente connubio pane ed olio.