Oleificio Zucchi è tra le aziende semifinaliste di “Imprese Vincenti”, il programma di Intesa San Paolo che valorizza gli esempi di eccellenza imprenditoriale e del Made in Italy. Ieri pomeriggio, presso il Centro Congressi Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’azienda cremonese ha raccontato la sua storia imprenditoriale, che l’ha portata ad essere tra i 120 casi virtuosi in Italia, spiccando tra oltre 1.800 candidati, e a concorrere per posizionarsi tra le 24 migliori imprese della Penisola, che verranno premiate a settembre dopo una serie di roadshow a livello regionale.

Oleificio Zucchi si è distinta per i valori di etica, qualità e sicurezza che da sempre guidano le sue scelte strategiche, ma anche per l’attenzione alla sostenibilità che ha fortemente caratterizzato la sua crescita imprenditoriale. Quando ancora non costituiva un trend diffuso, infatti, l’azienda ha anticipato i tempi perseguendo con impegno questo progetto: dal 2005 redige annualmente un dettagliato Bilancio di Sostenibilità, ed è arrivata nel 2017 alla creazione della Certificazione di Sostenibilità con CSQA, che dona valore allo straordinario patrimonio olivicolo italiano e a tutta la sua filiera, tracciabile dal campo alla tavola. A questo si sono affiancati, nel corso degli anni, importanti investimenti in ricerca e sviluppo, in particolare nell’innovazione tecnologica e nel potenziamento macchinari delle linee produttive, per garantire oli da olive e da semi qualitativamente sempre più elevati e all’avanguardia. A tutto questo si aggiunge la crescente affermazione a livello internazionale, con un export sempre più forte.

“Da sempre cerchiamo di trasmettere tutto l’impegno e la passione alla base non solo dei nostri prodotti, ma anche del nostro fare azienda, in un’ottica di grande trasparenza nei confronti di consumatori e stakeholder italiani ed esteri”, commenta Alessia Zucchi, amministratore delegato, “Ricevere questo riconoscimento è per noi un grande onore: significa che siamo sulla strada giusta, ed è proprio su questa che vogliamo proseguire, affermandoci sempre di più come punto di riferimento del settore olivicolo italiano”.

Le “imprese vincenti” delle tre categorie in gara (industria e servizi, food & beverage, moda e design) rappresentano l’1,5% del PIL italiano, e sono aziende che hanno creato un modello di business vincente in Italia e all’estero, puntando su un insieme di strategie di internazionalizzazione, innovazione, valorizzazione delle competenze e dei talenti delle persone. Intesa San Paolo, assieme ai partner Bain & Company, ELITE e Gambero Rosso, offrirà alle vincitrici supporto allo sviluppo, advisory sul posizionamento strategico, confronto con best practice internazionali e corsi di formazione e workshop.