Planet Farms, società nata a Milano e fondata da Luca Travaglini e Daniele Benatoff, presenta il più grande e avanzato stabilimento di vertical farming in Italia e Europa. Il nuovo stabilimento sarà realizzato a Cavenago (Provincia di Monza e della Brianza) e la struttura si estenderà su oltre 9.000 metri quadrati. L’involucro dello splendido edificio è progettato dallo Studio Dordoni Architetti. La nuova vertical farm vedrà al suo interno un processo di crescita altamente innovativo e integrato che parte dai semi e termina con i prodotti confezionati.

cof






Planet Farms ha sviluppato una tecnologia all’avanguardia mondiale che permette di coltivare ortaggi in ambienti puri e controllati, senza far uso alcuno di pesticidi e a Km zero. Forte di un sistema capillare di sensoristica che permette il controllo costante e preciso di tutta l’attività produttiva, la vertical farm rappresenta una filiera integrata, dal seme al prodotto finale. L’intero processo sarà interamente automatizzato, il che consente a Planet Farms di consegnare un prodotto puro e fresco in cui il consumatore sarà il primo a toccarlo con mano.


Lo stabilimento si specializzerà nella produzione di basilico, erbe aromatiche e insalate in foglia. Tutte le coltivazioni cresceranno in ambienti con aria e acqua puri, da sementi tradizionali e senza l’uso di pesticidi, con un risparmio di acqua del 97%, e saranno forniti freschi 365 giorni l’anno.

La nuova struttura si configura come punto di partenza nell’ambizioso percorso di sviluppo globale e di crescita che Planet Farms sta realizzando, che mira a fare del capoluogo lombardo una delle capitali del vertical farming esportando questa eccellenza in tutto il mondo.

Per la realizzazione Planet Farms si avvale perdi un gruppo di partner di statura mondiale dove ognuno di essi contribuirà con le proprie eccellenze alla realizzazione del nuovo impianto, esattamente:

Travaglini S.p.A. mette a disposizione per lo stabilimento di Cavenago (MB), il proprio know-how derivante dalla lunga esperienza nel campo dei prodotti agro-alimentari, collaborando con la società Planet Farms nella progettazione e realizzazione degli impianti di climatizzazione, fortemente focalizzati sull’efficienza energetica, e delle camere bianche per il confezionamento, che hanno l’obiettivo di minimizzare il rischio di contaminazione esterne sul prodotto.

Signify (ex Philips Lighting), già partner per la realizzazione del laboratorio di ricerca operativo dal 2018, per il nuovo impianto fornirà una illuminazione a led modulari Dynamic Philips GreenPower mirata per ogni tipologia di ortaggio. Le lampade Dynamic della Philips GreenPower, utilizzano sensori che agiscono autonomamente sul raccolto in base ai parametri rilevati.

Repower, operatore elettrico internazionale con una storia centenaria alle spalle, ha recentemente creato un programma ad hoc, chiamato Repower on board, dedicato alle partecipazioni in società e progetti che non siano strettamente legati al mondo energy. Tramite questo programma Repower oggi sostiene attività come quella di Planet Farms che condividono la visione dell’azienda rispetto ad alcuni valori importanti come la sostenibilità e l’innovazione.

Le Società facenti capo all’Ing. Giovanni Spatti, Wood Beton Spa e Camuna Prefabbricati Srl, si occuperanno di fornire le adeguate tecnologie costruttive per la realizzazione dell’intero involucro completamente a secco, minimizzando l’impiego dei materiali e consentendo la smontabilità della struttura, nell’ottica del tema della sostenibilità e dell’economia circolare.

Sirti si occupa della progettazione e realizzazione dell’infrastruttura tecnologica dell’impianto, con particolare focus sull’impiantistica elettrica, l’IoT e il datacenter che ospiterà la parte di BigData Analytics e Intelligenza Artificiale necessaria alla gestione della farm. Per certificare in fine la qualità totale del prodotto, Sirti introdurrà la tecnologia Blockchain al fine di tracciare le informazioni relative a tutte le fasi del processo produttivo a beneficio del consumatore.

255 HEC si è occupata e si sta occupando dello sviluppo delle tecnologie per il funzionamento del progetto e del loro coordinamento: progettazione e realizzazione di macchine “speciali”, studiate ad hoc e sviluppo del software che controlla la vertical farm usando sensoristica e tecnologie innovative. Il tutto creando una rete di dati trasversale alle diverse vertical farms. I concetti di Industry 4.0, Big Data e Cloud sono la base di ogni pensiero e di ogni progettazione.

Netafim mette a disposizione di Planet Farms le proprie soluzioni innovative e un servizio di consulenza tecnica-agronomica per la migliore gestione dell’irrigazione e nutrizione delle piante al fine di produrre di più con meno risorse.

Obiettivo del nuovo stabilimento sarà quello di migliorare l’efficienza nell’uso delle risorse naturali e dei suoli agricoli, rendendo la produzione alimentare indipendente dalle condizioni climatiche e del territorio e in prossimità dei grandi centri urbani. Il risultato sarà avere cibo a KM 0, di ottima qualità e con un fortissimo impatto sociale, con il fine di promuovere pratiche sostenibili ed ecocompatibili in agricoltura. Il ciclo di produzione innovativo consente inoltre il massimo dell’efficienza operativa ed energetica, garantendo un allineamento con i principi di sostenibilità ambientali.

In futuro la gamma potrebbe includere anche fiori e frutti e un’estensione della gamma vegetale.

Luca Travaglini, Co-AD Planet Farms

Si tratta di un sistema produttivo sano, perché privo di pesticidi, sostenibile, perché riduce lo spreco di risorse e fa risparmiare fino al 97% di acqua rispetto alle colture tradizionali, ed efficiente, perché permette di coltivare ovunque, dal Polo Nord all’Equatore, senza preoccuparsi del meteo e degli spazi a disposizione.”

Daniele Benatoff, Co-AD Planet Farms

“Il nostro progetto consiste nella realizzazione di sistemi e tecnologie agricole innovative e sostenibili, frutto di anni di ricerca e sviluppo e di una visione nella quale sia i consumatori che l’ambiente escono vincitori. Quello che soltanto un paio di anni fa sembrava fosse impossibile, oggi è una realtà con enormi prospettive di crescita e, con la sua prima realizzazione in Italia, Planet Farms si è posizionata per giocare un ruolo da protagonista sul palcoscenico dell’innovazione agricola in Italia e nel Mondo.”

Roberto Travaglini, Presidente Travaglini SPA

“Sono orgoglioso, soprattutto perché Luca è riuscito a trasformare un evento negativo in qualcosa di positivo. E questo è Luca, UN’ENTUSIASTA che ha intravisto qualcosa di nuovo e che, con l’esperienza di lavoro che aveva accumulato precedentemente, ha pensato di integrarla e portarla in questa nuova attività. E da TRASCINATORE quale è, ha coinvolto tutti quanti noi in società e non solo: basta vedere tutte le persone che sono qui presenti. E sono sicuro che il suo progetto di portare L’INDUSTRIA AL SERVIZIO DELL’AGRICOLTURA sarà vincente.”

Udo Van Slooten, Business Leader Horticulture Signify

“Siamo entusiasti di fornire a Planet Farms l’illuminazione e le competenze e le ricette di crescita che consentiranno di coltivare colture sane e di alta qualità nel primo impianto di vertical farm in Italia”, ha affermato Udo van Slooten, Business Leader Horticulture Signify, “Dopo il successo iniziale, non vediamo l’ora di supportare Planet Farms quando inizierà a progettare vertical farms in tutto il mondo.”

Fabio Bocchiola, Ad di Repower Italia

“Nonostante ci occupiamo di temi apparentemente molto distanti, per Repower è stato molto naturale partecipare al progetto di Vertical Farm proposto da Planet Farms. Oggi un operatore elettrico internazionale come Repower deve creare valore nella società, interpretando il proprio ruolo in maniera più ampia rispetto al perimetro classico del fornitore di energia elettrica e gas. Per questo sosteniamo attivamente l’innovazione con un premio dedicato.  Allo stesso modo abbiamo acquisito una partecipazione in Planet Farms, perché rappresenta un’applicazione coerente ed organica del concetto di sostenibilità che portiamo avanti in tutte le nostre attività, a cominciare da quanto facciamo nell’efficienza energetica e nella mobilità elettrica.”

Giovanni Spatti, AD Wood Beton SPA

“È stata una grande soddisfazione per uno come me che da sempre, come progettista e costruttore, ha fatto dell’Innovazione un punto di riferimento costante nel mondo dell’industrializzazione edilizia, contribuire alla realizzazione di questo edificio destinato ad ospitare processi, sistemi e tecnologie così innovative come quelle proposte ed implementate da Planet Farms”.

Pietro Urbano Mimmo Vice President Innovation & Communication Sirti

”Siamo orgogliosi di poter contribuire alla realizzazione della Vertical Farm di Cavenago, dichiara Pietro Urbano Mimmo Vice President Innovation & Communication di Sirti, un progetto innovativo che darà alla luce il più grande impianto in Europa di vertical farm. Lo stabilimento di Cavenago  costituirà un modello replicabile su larga scala in cui l’incontro tra agricoltura, IoT, intelligenza artificiale, automazione e illuminazione intelligente, consentirà al settore agricolo di cogliere delle opportunità di sviluppo senza precedenti. Contribuiremo con soluzioni innovative e sostenibili alla progettazione e realizzazione delle infrastrutture tecnologiche necessarie al funzionamento della Farm. La collaborazione tra Sirti e Planet Farms è un esempio virtuoso in cui l’incontro tra corporate e startup contribuisce allo sviluppo del territorio generando valore in maniera esponenziale”.

Paolo Meregalli, AD di 255 HEC

“Planet Farms è un progetto innovativo, in cui diversi ambiti –dalla robotica/ automazione ai metodi di stoccaggio, dalla cultura idroponica allo studio dei semi – si uniscono per poter ottenere un prodotto alimentare sostenibile e salutare, che non avrà più bisogno di pesticidi, diserbanti, OGM e cambierà̀ il modo di concepire la produzione di spezie e di ortaggi, rendendola possibile anche in città. Un progetto complesso e sfidante, in linea con l’approccio di 255, che ha sempre fatto dell’innovazione la propria cifra distintiva”.

 Stefano Ballerini, AD di Netafim

“Netafim ha come missione aziendale aiutare il mondo a crescere di più con meno. In quanto azienda leader nell’irrigazione di precisione, incentiva l’adozione di massa di soluzioni di irrigazione intelligenti per fronteggiare la scarsità di cibo, acqua e terre coltivabili. Planet Farms è un esempio concreto di come è possibile coltivare prodotti di qualità Made in Italy in modo sostenibile e per questo siamo entusiasti di poter contribuire al suo futuro come Partner nella gestione della risorsa idrica.”