Due Consorzi, uno pugliese che tutela una Igp e l’altro lombardo che tutela una Dop, uniti da un unico evento. A Margherita di Savoia (Bt) è infatti in programma la prima edizione della “Festa della Cipolla Bianca di Margherita Igp” che chiama a raccolta tra il 31 maggio e il primo giugno dodici Igp e Dop, del territorio e non, tra cui anche il Grana Padano Dop. L’evento, che ha il patrocinio di Regione Puglia e Comune di Margherita di Savoia, ha in serbo degustazioni gourmet, convegni, escursioni turistiche ma anche animazione e spettacoli.

Con 4.932.996 forme, pari a 190.558.338 quintali di formaggio, con un incremento dello 0,11% rispetto al 2017, il Grana Padano si è confermato il prodotto Dop più consumato al mondo, con un export da primato, salito a 1.938.328 forme, con un aumento del 5,44% sull’anno precedente. Tra le ragioni del suo successo, anche nel Mezzogiorno d’Italia, uno dei mercati più importanti, c’è la versatilità del Grana Padano, apprezzato dall’aperitivo alla conclusione del pasto, da solo o abbinato ad altri prodotti. Ecco perché si esalta gustato con le composte e le marmellate di cipolla bianca Igp, creando sensazioni diverse al palato, da quelle più delicate di un Grana Padano tra i 9 e i 18 mesi a quelle più ricercate del Grana Padano Riserva che, grazie alla stagionatura di oltre 20 mesi, ha un sapore sempre più ricco, senza tuttavia risultare mai aggressivo, che lo rendono protagonista assoluto della tavola, sia grattugiato che come formaggio da pasto, e perfetto anche servito con noci, frutta e confetture.

E un sapore ricco ma non aggressivo è anche quello della Cipolla Bianca di Margherita Igp. Dolce, croccante e succulenta, questa eccellenza viene prodotta non nel terreno, come di consueto accade, ma nelle sabbie del Mar Adriatico, a sud del Gargano, in una zona di elevato interesse ambientale, tutelata da una convenzione internazionale (Ramsar 1979), nei territori compresi tra Margherita di Savoia (Bat), Zapponeta (Fg) e Manfredonia (Fg). Al consorzio per la sua tutela e valorizzazione partecipano venti aziende di piccoli produttori, due cooperative di produzione, quattro aziende di confezionamento.

«La festa della Cipolla Bianca di Margherita Igp è certamente un omaggio alle produzioni tipiche italiane, che fondano il loro successo su tradizione e qualità – spiega Nicola Cesare Baldrighi, presidente del Consorzio Tutela Grana Padano –. Nell’abbraccio a questo prezioso prodotto da parte di tante eccellenze del gusto c’è, inoltre, anche una condivisione di valori e di obiettivi che legano tra loro i Consorzi di Tutela, per valorizzare, promuovere e tutelare il sistema del Made in Italy in Italia e all’estero».

«La nostra iniziativa – spiega Giuseppe Castiglione, presidente del Consorzio di Valorizzazione e tutela della Cipolla Bianca di Margherita Igp – serve a fare rete tra le varie eccellenze gastronomiche italiane e ad avere una vetrina importante per fare conoscere il nostro prodotto proprio nel paese dove ha la sua tradizione e le sue origini».

La Festa della Cipolla Bianca di Margherita Igp è organizzata dal Consorzio pugliese che dal 2016 salvaguardia la tutela e la valorizzazione della Cipolla Bianca di Margherita Igp. A partecipare saranno anche i consorzi di Grana Padano Dop, Aceto Balsamico di Modena Igp, Oliva La Bella della Daunia Dop, Olio Dauno Dop, Caciocavallo Silano Dop, Burrata di Andria Igp, Pane di Altamura Dop, Lenticchia di Altamura Igp, Uva di Puglia Igp, Consorzio di Tutela Doc del Tavoliere. I dodici Consorzi allestiranno uno spazio espositivo e per la degustazione gourmet in altrettanti stabilimenti balneari di Margherita di Savoia.