Siamo sempre più abituati ad etichette ispirate a correnti artistiche o realizzate da grandi nomi di fama internazionale. Le nuove etichette che Signorvino ha realizzato grazie alla collaborazione di uno street artist veronese vogliono mandare un messaggio più profondo e concreto.

Cibo (nome d’arte di Pier Paolo Spinazzè) è il nome di questo giovane artista veneto che sta guadagnando grande visibilità grazie al suo impegno di abbellire i muri della sua città con opere artistiche che vanno a coprire segni e scritte nazifasciste che ancora di tanto in tanto appaiono per le strade cittadine.

Signorvino ha voluto quindi sposare la causa del giovane writer affidando alla sua creatività la grafica di due etichette che da oggi si possono trovare in tutti i punti vendita dell’enocatena, da Firenze a Torino, da Verona a Bologna fino a Castel Romano.