Nella cornice di Cibus Connect 2019 si è svolta cerimonia di consegna dei “Carni&Consumi Awards”, i premi dell’eccellenza organizzati dalle riviste di Tespi Mediagroup, attribuiti da una giuria qualificata di buyer della grande distribuzione e della distribuzione organizzata, oltre che da operatori di spicco del settore alimentare, alle iniziative promosse dalle aziende e che si sono distinte nel corso dell’anno 2018.

La campagna “La Stellina della carne bovina” lanciata da Assocarni e Mipaaft ha vinto il Premio Speciale Comunicazione istituzionale 2018.

“Siamo soddisfatti di questo riconoscimento che proviene da un settore particolarmente qualificato di operatori professionali del mondo alimentare”, ha detto Francois Tomei, Direttore di Assocarni. “Lo scopo della nostra proposta era quello di rendere i consumatori consapevoli dell’importanza della carne bovina italiana in una dieta equilibrata, all’interno del modello della Dieta Mediterranea, e riteniamo che l’obiettivo sia stato pienamente raggiunto”.

La campagna, cofinanziata dal Mipaaft con bando pubblico per la selezione di programmi di informazione e promozione sui prodotti freschi e trasformati delle filiere carni, è stata realizzata da Rai Pubblicità con il formato di “Lezioni di etichetta” e trasmessa sulle rete Rai per due settimane alla fine di novembre: spot video, radiofonici e digital, differenziati per i vari canali (TV, web, radio, cinema nelle sale del circuito di Rai Pubblicità), su diversi temi: Cosa sono le carni sostenibili; Proprietà dei nutrienti della carne bovina; Carne bovina e ambiente.

La campagna è stata sviluppata anche sul web, con la landing page www.lastellinadellacarnebovina.it sul sito istituzionale www.assocarni.it.

Inoltre, per la prima volta in assoluto in Italia, gli spot sono stati ideati e realizzati da Rai Pubblicità anche nella modalità di “Pubblicità Accessibile e Inclusiva”, pensata per essere fruibile da tutte le persone, incluse sorde e cieche, con sottotitoli, Lingua Italiana dei Segni (LIS) e contributi audio dedicati.

Dalle ricerche di mercato effettuate da Rai Pubblicità per verificare i risultati della campagna, è emerso il 94% delle persone ha espresso un elevato gradimento per l’iniziativa. In particolare, i contenuti audio e video dedicati sono stati riconosciuti come eticamente responsabile per l’84%, di utilità sociale e di servizio (86%); e coerenti con Rai, la media company di servizio pubblico (91%).