A poco più di un mese dall´integrazione tra Class Editori e Gambero Rosso arriva all’attenzione del pubblico una nuova iniziativa editoriale, patinata, di questo matrimonio. Si tratta di Gentleman-Gambero Rosso, Directory di food-beverage e stili di vita che nasce dalla sinergia tra Gentleman, il primo mensile in Italia di life style, e Gambero Rosso, magazine internazionale del Wine, Travel, Food in Italia. Ribalta del nuovo progetto sarà il Milano Agrifood&Travel Global Summit, che avrà luogo nel capoluogo lombardo, presso il Museo della Scienza e della tecnica venerdí, 12 aprile. La Directory “nasce come strumento di informazione, e non sarà un´iniziativa one shot, al contrario guarda ad un orizzonte più ampio, e si proporrà al pubblico una o due volte l´anno” spiega l´editore Paolo Panerai. Si presenta nel formato Gentleman, in edizione bilingue: in italiano e in inglese, con i due loghi, grandi servizi fotografici e immagini di grande qualità e si articola in due parti distinte: una molto vivace, di articoli, sulla scia di Gentleman, e l´altra di directory, curata da Gambero Rosso.

“E´ la perfetta sintesi ed integrazione delle due filosofie, life style e food, collegate da una visione e da un target comune, oltre che testimonianza dell´unione di due brand importanti. Ci rivolgiamo ad un grande pubblico qualificato, specifico, non specializzato, che poi è il target cui si rivolgono sia Gentleman sia Gambero Rosso” aggiunge. “La Directory è uno strumento di comunicazione che ripercorre la stessa logica che ha portato ad unire i ministeri dell´Agricoltura e del Turismo in un unico dicastero, è la logica che guarda la realtà che si vuole sviluppare: vino e cibo come veicoli di attrazione di turismo da tutto il mondo. Class Editori e Gambero Rosso erano già su questa strada e oggi, con quest´ultima iniziativa, la confermano” conclude.

Il Milano Agrifood&Travel Global Summit, organizzato da Class Editori e Gambero Rosso, alla presenza tra gli altri del ministro dell´Agricoltura e del Turismo, Gian Marco Centinaio, di Paolo De Castro (primo vicepresidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale del Parlamento Europeo) e del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, è un convegno sui principali temi legati a Turismo e Agricoltura, con una visione di modernità e prospettiva, declinata sui focus digital e tecnologia, education, finanza, internazionalizzazione. E´il primo evento che tratta i due settori insieme, dando loro rilievo come una realtà combinata d’eccellenza che distingue il Made in Italy nel mondo e che guarda ai fattori di successo in questo contesto. Cosa fare per cogliere le opportunità di sviluppo che offre l’integrazione del Ministero delle Politiche Agricole con il Turismo? Quali sono i fattori d’innovazione che garantiscono lo sviluppo a livello internazionale? Come ottenere i finanziamenti necessari per la crescita? Si tratta di settori di netto rilievo per l´economia del Paese: l´agroalimentare rappresenta l’11% del Pil italiano, che sale al 15% considerando l´indotto; il turismo pesa per il 7% del Pil, che diventa il 12% se si includono anche le spese e gli investimenti delle aziende e le spese per turismo del governo centrale e di quelli locali. Insieme, nella loro definizione più ampia, valgono dunque quasi il 30% del prodotto interno lordo, con un trend di crescita anti ciclico rispetto all’andamento dell’economia in generale. Fonte: Primaonline.it